Escursioni

Visita alla spiaggia di Ras Al Jinz

Nella magnifica spiaggia di Ras Al Jinz migliaia di tartarughe ogni notte arrivano con l’unico scopo di deporre le loro uova e rituffarsi poi nel mare cristallino tra il Golfo di Oman e il Mare Arabico.

Il periodo migliore per fare il così chiamato turtle watching ed ammirare indisturbati questo emozionante spettacolo è sicuramente da luglio ad ottobre. Con le guide della Riserva di Ras Al Jinz è possibile fare visite guidate a piedi sulla spiaggia e godersi queste scene di straordinaria bellezza che non mancheranno di lasciarvi i ricordi di un’esperienza autentica, accompagnati da personale esperto pronto a soddisfare le vostre curiosità.

Visita a Jebel Al Akhdar

Jebel Al Akhdar in arabo significa “montagna verde” e non è un nome dato a casaccio. Infatti, questo monte offre un panorama davvero unico in tutto l’Oman abbracciando interminabili cespugli di rose: le famose rose del Sultanato da cui si ricavano i pregiatissimi profumi.

Situato nel massiccio del Hajar, a più di 2000 metri d’altezza, Jebel Al Akhdar gode di un clima particolarmente fresco che favorisce dunque la coltivazione di fiori e frutta. Questi ricoprono tutta la zona con i loro colori sgargianti e i profumi aromatizzati che stuzzicheranno i vostri sensi. La stagione migliore per visitare questa montagna è sicuramente la primavera, specialmente nei mesi di marzo e aprile, cioè il periodo della fioritura delle rose.

Camping nel Quarto Vuoto

Il deserto di Rub Al-Khali è il secondo deserto di sabbia più grande del mondo. Assolutamente impossibile perdersi l’opportunità di fare un’escursione in questa zona in perenne cambiamento a causa dei venti che modellano queste alte dune rossastre praticamente senza sosta. L’escursione può essere fatta sia a bordo di 4×4 adatti a sfrecciare sulle montagne di sabbia ad alta velocità sia cavalcando enormi cammelli sia affidandosi solamente ai propri piedi.

Dopo aver raggiunto l’accampamento di tende, dotate di letti e quasi di ogni altro comfort moderno, sarete accolti da veri beduini che vi offriranno caffè e datteri per ristorarvi. Dopo la cena a base di kebab di cammello o capra, potrete godervi una notte sotto le stelle davvero emozionante contemplando una moltitudine infinita di costellazioni in un cielo limpidissimo.

Escursione a Musandam

Descritta come la Norvegia d’Arabia, la Penisola di Musandam offre uno spettacolo suggestivo e assolutamente unico per i paesi del Medio Oriente. Infatti, con i suoi stretti “khors”, cioè fiordi di roccia a picco sul mare cristallino del Golfo di Oman, questa zona, completamente circondata dagli Emirati Arabi Uniti, è una tappa da non perdere.

Da qui, potrete fare un giro sui tradizionali “dhow”, imbarcazioni tipiche usate ormai da generazioni per la pesca nel Golfo. Se siete fortunati, avvisterete anche vivaci delfini che sono soliti sguazzare allegramente in queste magnifiche acque.

Terra del Franchincenso

Sito protetto dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, la Terra del Franchincenso mostra, attraverso varie tappe, tutta la storia di questa profumata merce esportata lungo le vie commerciali che partivano da Salalah fin dai tempi più antichi.

Visitate il Parco del Franchincenso e lasciate che la vostra vista si posi su un’infinità di alberi dell’incenso, per poi passare attraverso i resti delle oasi di Shisr e Ubar e giungere a Sumhuram e Al-Baleed da dove questo prodotto profumatissimo partiva per le varie destinazioni.

Grande Moschea di Muscat

Da non perdere è la visita alla Grande Moschea di Muscat, che indubbiamente è la più maestosa ed impressionante moschea di tutto l’Oman. Questa meraviglia fu costruita solamente in 6 anni per volontà dello stesso Sultano Qaboos.

All’interno rimarrete letteralmente abbagliati ammirando il lampadario costituito da centinaia di cristalli Swarovski per poi rimanere senza parole osservando uno dei tappeti di seta più grandi al mondo, intrecciato da 600 donne iraniane in un unico pezzo. Le pareti ricoperte di marmo bianco di Carrara, la cupola d’oro e gli alti minareti contribuiscono ulteriormente a trasmettere un senso di imponenza a chiunque si avvicini o entri nella Grande Moschea.

Picnic sulla spiaggia

Con più di 2000 km di costa, l’Oman possiede tantissime spiagge bellissime e, soprattutto, incontaminate. Non perdete l’occasione di rilassarvi distesi su una delle migliaia di queste incantevoli distese di sabbia bianca che la costa omanita ha da offrire. Le più caratteristiche sono la spiaggia di Qurum a Muscat e, a sud della capitale, le spiagge di Yiti, Quiryat, Al-Sifahla e Bandar Jissah.

Se invece siete alla ricerca di qualcosa di più caratteristico, inoltratevi nei lussureggianti wadi di Dayqah (a metà strada tra Muscat e Sur), di Shab e di Tiwi (a nord di Sur) dove potrete tuffarvi e sguazzare in pozze naturali di acqua dolce per poi riposarvi all’ombra di frondosi oleandri. Molto indicato anche per famiglie.